personaltrainernapoli

Tutto quello che serve per essere IN FORMA attraverso le conoscenze e i suggerimenti di un personal trainer

Archivi delle etichette: massa grassa

Come mettersi in forma in casa propria

Giustamente i dubbi sono tanti per chi, alle prime armi, vuole di punto in bianco allestire una “palestra” in casa. Ci si può rimettere in forma con l’attività fisica tra le mura domestiche? È meglio affidarsi a un personal trainer? Bisogna acquistare tanti attrezzi e spendere una fortuna? Quanto spazio serve? Le risposte sono nell’ordine: sì, certamente, no, poco. Leggi il resto dell’articolo

La valutazione della composizione corporea tramite bioimpedenziometria

Premetto che questo di oggi è un post abbastanza tecnico dato l’argomento che andrò a trattare, che come oggetto ha la bioimpedenza e la sua applicazione nel mio campo.( il fitness )

L’analisi di bioimpedenza è un esame tricompartimentale della composizione corporea che si basa sulla misura della resistenza opposta dal corpo umano al passaggio di una corrente alternata. L’analisi BIA standard consiste nel passaggio di una corrente alternata ad una frequenza fissa di 50 kHz in un soggetto. Questa opposizione al passaggio della corrente è denominata Impedenza (Z). L’impedenza consta di due diverse componenti: la resistenza e la reattanza
Tutte le strutture biologiche offrono una resistenza (Resistenza, Rz) al passaggio di una corrente elettrica che rappresenta la forza che un conduttore oppone al passaggio della corrente. I tessuti privi di grasso (i muscoli) sono buon conduttori in quanto sono ricchi di acqua, che come noto, al passaggio della corrente alternata oppone una bassa resistenza. Al contrario i tessuti adiposi e le ossa sono cattivi conduttori in quanto poveri di fluidi ed elettroliti, divenendo così una via elettrica fortemente resistiva.
La Reattanza (XC) invece è la forza che un condensatore oppone al passaggio di una corrente elettrica. Le cellule presenti nell’organismo si comportano in questo caso proprio come dei condensatori. La reattanza è quindi una misura indiretta delle membrane cellulari integre ed è proporzionale alla massa cellulare corporea. Leggi il resto dell’articolo

Quanto consumi correndo? è un buon dimagrimento?



Riprendendo il filo del discorso interrotto nel post precedente e volendo ragionare praticamente ( cosa che ogni buon personal trainer dovrebbe saper fare), poniamo l’esempio di una donna di 40 anni che pesa 63 kg, che debba perdere circa 8 kg di massa grassa. La signora decide quindi di sottoporsi ad un ottimo (?!) programma di “dimagrimento” facendo lavoro aerobico sul tapis roulant ( quindi al 55% della sua FCmax- zona di maggior consumo di acidi grassi per scopo energetico), una corsa molto leggera o camminata veloce appunto, per 5 km ( che non sono affatto pochi !) il tutto ripetuto 3 volte a settimana.

Come detto nel post precedente applichiamo la formula di Arcelli per la camminata e vediamo cosa succede: Leggi il resto dell’articolo

Dimagrire davvero

Nel post precedente ci eravamo lasciati con questa domanda.( come fare a dimagrire davvero? )

Dicevamo appunto che se perdere peso senza perdere grasso significa ingrassare, guadagnare muscoli senza guadagnare peso significa dimagrire.( rileggilo attentamente).

Quindi la prima cosa da fare per dimagrire è iscriversi in palestra per trasformare la massa grassa in massa magra e iniziare a  seguire uno stile di vita corretto. Leggi il resto dell’articolo

Come fare a dimagrire davvero?

Siete convinti di riuscire o vi hanno promesso di dimagrire 5 o 10, (qualcuno promette anche 12) chilogrammi in un mese? allora non continuate nella lettura di questo post. Non che perdere 5 o più chili di peso in trenta giorni sia impossibile, ma riuscire a smaltirne anche solo 3 di grasso vi consentirebbe di entrare nel guinness dei primati! Lo dico e ripetuto più volte: Forse non lo sapete ma un chilogrammo di grasso equivale a circa 7800 chilocalorie; questo significa che la perdita di 6 chilogrammi di grasso in un mese richiede una riduzione calorica complessiva pari a 46800 calorie rispetto al necessario, cioè 1500 calorie in meno al giorno. Considerando che una donna di mezza età sedentaria ha un fabbisogno calorico quotidiano di circa 1500-1600 calorie, per perdere 6 chilogrammi di adipe in un mese dovrebbe assumere solamente 50-100 calorie al giorno per 31 giorni. (nemmeno un caffè al giorno quindi).

Siete ancora convinti di riuscirci?! Leggi il resto dell’articolo